Il calamaio di bronzo e la coda del pavone

Calamaio di bronzo con tracce di argentatura, ornato nel serbatoio da elementi vegetali incisi e con tappo a forma di pavone, con la testa volta di lato e coda aperta.

CURIOSITA’ MITICHE

Conoscete la versione del mito greco sugli occhi della coda del pavone?

Il pavone era uno degli animali sacri ad Era e fu proprio la dea che li pose sulla coda dell’animale. Il mito, narrato anche da Ovidio, racconta che Zeus si innamorò di Io, sacerdotessa della dea. Per salvarla dalla gelosia di Era, Zeus trasformò Io in una giovenca bianca che  però la dea reclamò, in quanto anche le giovenche le erano sacre. Io fu affidata ad Argo, un gigante dai cento occhi, alcuni dei quali rimanevano aperti anche durante il sonno. Ermes, mandato da Zeus, riuscì a farlo addormentare completamente grazie al suono del suo flauto e gli tagliò la testa. A quel punto Era, per onorare il gigante Argo, prese i suoi occhi e li pose sulla coda del pavone e, per perseguitare Io, mandò un tafano a pungerla. Infine Io giunse in Egitto, dove riacquistò forma umana.

Giunone, Argo e il Pavone in un dipinto di P.P. Rubens del 1620 conservato al Richartz Museum di Colonia (da Wikimedia Commons)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: