I bolli

Anfora da trasporto rodia con bolli

Che cosa sono i bolli?

I bolli possono essere definiti come marchi di fabbrica, in genere rettangolari o quadrati, stampati dal fabbricante prima della cottura, principalmente sulle anse, sul collo o sull’orlo dell’anfora. 

La pratica di bollare le anfore iniziò con una certa assiduità all’incirca nel V secolo a.C. in ambiente greco. Si trattava per lo più di singole lettere, nomi abbreviati o di un simbolo figurato. Ad esempio i bolli sulle anfore vinarie rodie sono caratterizzati, come per le monete, da una rosa.

Nel mondo romano i bolli, iscritti in genere entro cartigli rettangolari, sono caratterizzati dalla presenza di un nome scritto per intero o abbreviato e spesso presentano sia il prenome, che il nome e il cognome.

Esempio di bollo romano. L. Petrone su mattone (Da Wikimedia Common, pubblico dominio)

Nel caso di questa anfora rodia, i bolli si trovano sulle due anse e sono entrambi di forma circolare:

  • su uno vi è scritto ΕΠΙ ΝΙΚΑΣΑΓΟΡΑ ΘΕΣΜΟ(ΦΟΡΙΟΥ)
  • sull’altro ΔΑΜΟΚΡΑΤΕΥΣ (185-183 a.C.)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: