Tra touch e storie: un nuovo percorso multimediale per il Museo Archeologico

26 Giu

Come sarà il Museo Archeologico delle Marche nel prossimo futuro?

Questo è stato l’oggetto dell’incontro di mercoledì 25 giugno, il secondo della rassegna “Al Museo Archeologico di Sera”. Il Museo cambia con un percorso multimediale: nuovi strumenti tecnologici e nuove modalità di comunicazione dei contenuti con il duplice obiettivo di rendere più facile e lineare la visita alle collezioni e di un maggior coinvolgimento dei visitatori.

Di tutto questo si è parlato con la dott.ssa Nicoletta Frapiccini, Responsabile dei Servizi Educativi del Museo, con Franco Scoppolini, Project Manager di ETT s.p.a. e con Francesco Ripanti, archeologo della Scuola Interateneo di Specializzazione in Beni Archeologici (Università di Trieste, Udine, Venezia Ca’ Foscari).

Nonostante il brutto tempo non abbia permesso di svolgere come di consueto l’evento sulla terrazza di Palazzo Ferretti, la serata ha riservato molte sorprese a coloro che erano presenti in sala.

La dott.ssa Nicoletta Frapiccini ha introdotto il progetto multimediale indicando obiettivi, soggetti coinvolti e linee generali. Il visitatore avrà la possibilità di scegliere tra diversi percorsi di visita attraverso una app e accessibili con smartphone e tablet (questi ultimi saranno messi a disposizione all’entrata). Una volta scelto il percorso, ad introdurre le sezioni del museo ci saranno un tavolo multitouch e tre “oggetti parlanti”; all’interno delle sezioni è possibile approfondire gli oggetti facenti parte del percorso tramite il sistema dei QR code. Il QR code rimanda all’applicazione, dove si potranno trovare informazioni in una versione per adulti, in una per bambini e sotto forma di storia.

La dott.ssa si è inoltre soffermata sulla necessità di armonizzare il più possibile lo storico allestimento di Franco Minissi con i nuovi strumenti tecnologici di cui il museo non poteva comunque più fare a meno. Questa sarà una sfida da affrontare nel momento in cui si metterà a punto il nuovo percorso.

Nicoletta Frapiccini

Franco Scoppolini ha illustrato in dettaglio gli strumenti multimediali che saranno a disposizione dei visitatori del museo. Il tavolo multitouch conterrà le informazioni generali sulle singole sezioni e darà la possibilità di visualizzare, allargare e spedirsi via mail le fotografie. Conterrà inoltre dei giochi per il folto pubblico di bambini che quotidianamente visita il nostro museo.

Una delle novità a livello italiano sarà la vetrina interattiva che conterrà gli oggetti parlanti delle singole sezioni. Il visitatore può interagire con la vetrina dal lato frontale: quando è inattiva è come una vetrina normale, attraverso cui vedere l’oggetto, mentre attivandola si accede ad un menu che permette di visualizzare informazioni e foto sul pezzo esposto. Come già accennato la vetrina darà la possibilità di far parlare l’oggetto attraverso dei sensori attivati dai visitatori che entrano.

E’ proprio quello degli “oggetti parlanti” il tema principale che è risultato la chiave dell’intero progetto: tecnologia e contenuti sotto forma di storie al servizio dei visitatori.

Franco Scoppolini

Francesco Ripanti ha curato i contenuti e ha incentrato il suo intervento sullo storytelling, vera novità per l’esposizione dei contenuti nel museo. Si è parlato di che cos’è lo storytelling, di come e perché sia diventato così importante negli ultimi anni e del perché sia indispensabile fare storytelling in un museo.

La scelta del nostro museo di raccontarsi risale al marzo proprio con l’apertura di questo blog e della pagina FB e l’inserimento di storie sugli oggetti e sui contesti per questo progetto ne è una logica conseguenza.

Francesco Ripanti ha poi raccontato come nasce una storia e quali sono le regole da seguire per una narrazione storica corretta. In ultimo è stata letta una delle storie che faranno parte del percorso, quella sui pastori transumanti del sito del bronzo medio di Monte S. Croce di Sassoferrato: tra bivacchi, scodelle e olle appenniniche la storia ha al suo interno tutte le informazioni che sono presenti anche nella tradizionale versione per adulti che è comunque presente nella scheda riguardante la vetrina.

Francesco Ripanti

Infine è stato proposto il video “Ho fatto un sogno” di Giancarlo Colis della Accademia delle Belle Arti di Macerata, che introdurrà alla sezione picena. Anche il video racconta una storia, quella della dama picena di Cupra Marittima. Per l’occasione il video suggerisce al visitatore di astrarsi dalla realtà del museo, di immergersi nel paesaggio marchigiano e di pensare all’antica dama con le sue vesti e i suoi ornamenti esposti nelle vetrine. Il video cerca di indurci a questo proprio mettendo in scena la dama che si aggira tra le vetrine del museo.

La serata è terminata con la solita degustazione di Verdicchio dei Castelli di Jesi, offerto dall’azienda Vini Santa Barbara di Barbara (AN), sulla terrazza del museo, ritornata accessibile sotto il cielo stellato. La degustazione è stata un’ottima occasione per il pubblico per chiedere ulteriori informazioni sul progetto multimediale appena presentato.

Degustazione

L’appuntamento con i nuovi percorsi sarà entro l’anno ma speriamo di rivedervi tutti mercoledì prossimo al terzo incontro di “Al Museo Archeologico di Sera” con “Un aruspice etrusco a Cupra Marittima” di Filippo Demma.

Francesco Ripanti, SISBA

Advertisements

Una Risposta to “Tra touch e storie: un nuovo percorso multimediale per il Museo Archeologico”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Raccontare il museo – Intro | ArcheoVideo - 2 settembre 2014

    […] questo che è diventato il mio primo lavoro. Il mio compito è quello di scrivere i testi per il nuovo percorso multimediale di cui si doterà il Museo Archeologico Nazionale delle […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: