“Inner Voice” al museo – Intervista con il regista

11 Apr

La giornata di riprese al Museo Archeologico non inizia nella prima mattinata. La scena infatti necessita che sia la luce di mezzogiorno ad illuminare il terrazzo dove il pranzo è terminato e Fabrizio (Riccardo Leonelli) riceve una brutta notizia: la sua fidanzata gli fa capire che non tornerà in Italia.

Dietro le quinte Zanussi è tranquillo, guarda le immagini su un monitor e ascolta con le cuffie che nessun rumore infastidisca la registrazione. Al termine della scena fa sentire la sua voce stentorea: “Stop!”

Zanussi dietro le quinte

Si avvia verso il terrazzo, dà istruzioni agli attori, si consulta con alcuni suoi collaboratori e fa ripetere la scena. “Ancora una volta!”

Una, due, tre dieci volte.

Durante una pausa a fine mattinata mi concede una breve intervista, in un perfetto italiano che fa onore alle sue origini.

Un film girato all’interno del Museo Archeologico delle Marche. E’ una circostanza a dir poco eccezionale.

E’ vero. Sono arrivati i barbari, con tutti queste macchine e oggetti ingombranti all’interno del museo! Fortunatamente non giriamo all’interno del percorso espositivo ma in un appartamento isolato.

E’ un piacere accogliervi all’interno di Palazzo Ferretti, la vostra presenza valorizza il museo.

Certamente, una cosa fondamentale è non esagerare e presentarsi in maniera troppo commerciale, ma non è certo questo il caso.

Quindi l’appartamento ha colpito subito la vostra attenzione.

Sì, non ci si aspetta di trovare un’appartamento così all’interno di un museo, tra l’altro con una vista così bella sul porto. Inoltre è anche ben strutturato con queste piccole stanze, con soffitti decorati e… molto bassi! Rischio sempre di sbatterci la testa ma danno una bella atmosfera. Non è facile girare le riprese in questi spazi così stretti ma ci siamo organizzati bene.”

Nella sua lunga carriera, le era mai capitato di lavorare all’interno di un museo?

Sì, mi è capitato al Louvre: certo, lo richiedono per molti film e anche la richiesta in termini di soldi è alta.

Le riprese devono ricominciare. Mi offro come guida nel caso fosse interessato a visitare il museo e lui mi risponde che ne terrà conto. Dopo pranzo se ne ricorda e mi chiede di fargli vedere la copia dei bronzi dorati di Cartoceto. Gli fornisco le informazioni principali in una decina di minuti poi, alle tre, torna di sopra a registrare. Ad ogni modo, per il Museo una giornata da ricordare.

Francesco Ripanti, SISBA

Annunci

Una Risposta to ““Inner Voice” al museo – Intervista con il regista”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il primo anno del blog | Il blog del Museo Archeologico delle Marche - 6 marzo 2014

    […] sui 2400 anni della nascita di Ancona, proseguendo con le riprese del film di Zanussi “Inner Voice“, fino alle tante serate estive trascorse insieme con “Al museo archeologico di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: